SEO con Joomla ? Mai fare i conti senza l’hosting !

Perchè è importante avere un buon hosting, possibilmente veloce, in ottica SEO con Joomla

In questo diario live della mia esperienza SEO con Joomla, è ora di raccontare dell’importanza di un buon servizio di hosting. In passato ho sempre appoggiato i miei siti sui server di Aruba e gestito i trasferimenti dei files in FTP con Filezilla, ritenendoli buoni e on ogni caso adatti alle mie esigenze di appassionato del web e spataccatore (termine in slang romagnolo sinonimo di smanettone).

Insomma poca spesa, molta resa. Mi dicevo e credevo, confidando di aver ragione. Ma la ragione, citando De Andrè, spesso conduce a soddisfare le proprie voglie e fa perdere di vista il nucleo del problema che, in ottica SEO e nel caso dell’hosting, è un sito che risponda in tempi ragionevoli e non biblici.

Quindi una volta che:

  1. avete ottimizzato title e description
  2. avete ottimizzato le immagini (sia in termini di dimensioni che di attributi, tipo il tag title…)
  3. avete redatto i testi in maniera accattivante e creando valore per gli utenti (oh ! questa è la formula che va per la maggiore…)
  4. avete più o meno ottimizzato le prestazioni con il caching e/o la compressione (ecco, qui ci scriverò un post, prima o poi…)…

…siete curiosi di sapere quanto siete stati efficienti e quanto il vostro portale o sito sia veloce. Per fare questo uno degli strumenti utili è Google Page Speed che vi consente di avere non solo una misura delle prestazioni del vostro amato sito o blog, ma che vi fornisce (anche) alcuni utili suggerimenti su come migliorare le prestazioni.

Se fai SEO la lentezza non è una virtù, è un problema !

Quindi, dicevamo, pensate di aver fatto tutto il possibile e immaginabile (secondo il vostro modo di vedere e la vostra esperienza) e vi accorgete che il vostro amato sito carica una pagina con tempi medi di 10 secondi, e anche Page Speed vi conferma che il vostro sito è pessimo…

seo-con-joomla-page-speed-aruba-mobile

…e lo è sia sui dispositivi mobili…

seo-con-joomla-page-speed-aruba-desktop

che sui desktop: si può iniziare a preoccuparsi. Ecco: questo è quanto capitato proprio a me, che ero così contento del mio provider !

A che santo votarsi ?

Visto che i suggerimenti di Padre G, che erano quelli di ottimizzare e comprimere il comprimibile e cachare il cachabile, li ho poi seguiti utilizzando due ottimi plugin come jch optimizer e jot cache, ma senza sortire effetto alcuno – se non di aumentare di qualche misero punticino le prestazioni – il sospetto che fosse proprio Aruba il collo di bottiglia ha iniziato a farsi strada dentro di me.

Quindi ho iniziato a cercare rimedi alternativi e complementari e, dalle ricerche fatte il cambio di provider (da Aruba ad altri…) sembrava essere la soluzione ineluttabile. D’altra parte a meno di 50 euro all’anno non si può pretendere più di tanto no ?

Ho sempre pensato questo, finché un sant’uomo mi consiglia di contattare Gianluca Zamagni, titolare di thirdeye. Lo faccio immediatamente e, dopo qualche minuto, riesco a scambiare alcune impressioni via skype: alla promessa di prestazioni migliori lo sfido chiedendogli di poter sperimentare il servizio.

Detto, fatto: dopo mezza giornata trasferisco al volo un dominio in scadenza e in meno di 24 ore replico, paro paro, il portale lento (quello che partiva da 28/100 e 38/100…) e, senza cambiare una virgola nelle configurazioni…

seo-con-joomla-page-speed-thirdeye-mobile

la valutazione passa da 28 a 50/100 sui dispositivi mobili…

seo-con-joomla-page-speed-thirdeye-desktop

…e 60/100 per i desktop. I tempi di caricamento diventano sopportabili, se non “da urlo” (lo confesso, una lacrimuccia l’ho versata): ho trovato il servizio di hosting ideale per Joomla: a 50 euro all’anno. Game, set & match: Aruba mia, ti saluto (per sempre).

Anche perché, alla fine del trasferimento del dominio il grafico sottostante parla da solo: tempi di risposta del server passati da 8 secondi (medi) a circa 1,2 (medi).

seo-con-joomla-grafico-tempo-di-risposta-server

La disponibilità di Gianluca è stata totale: i due backlink senza nofollow (che in ottica SEO hanno il loro porco valore) se li è meritati senz’altro.

 Certo, ora che ho un hosting decente (più che decente) dovrò lavorare sull’ottimizzazione di immagini, che sono pesantucce, e sugli script che sono ancora troppi e con ogni probabilità ridondanti !

In questo caso confido parecchio su Joomla 3.3 che ho appena installato aggiornando (senza problemi, per fortuna) il portale: ma potrò farlo sapendo che, almeno, gli utenti del portale di noleggio auto a lungo termine di cui sto curando la SEO potranno godere di una navigazione fluida e gradevole e io potrò dormire qualche minuto in più, la notte.

Non solo, essendo il problema della velocità e ottimizzazioni degli script e CSS divenuto “secondario” potrò concentrarmi sulle prime attività offpage (acquisizione dei backlinks, guest posting e altre simpatiche attività di cui, non appena avrò cavato qualche ragno da qualche buco, vi parlerò quanto prima).

Ciao ! Sono Nicola Battistoni

Ingegnere in telecomunicazioni prestato al web marketing, alla SEO e alla consulenza ICT. Possiedo il raro dono del congiuntivo e mi diverto a scrivere di cose che mi piacciono e condividere cose che imparo. E abito a Mondaino (RN), che non è cosa da poco !

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento